mercoledì 1 settembre 2010

EMICRANIA


Vari sono i tipi di “mal di testa”:
  • cefalea
  • emicrania
  • cefalea muscolo-tensiva
  • cefalea a grappolo ecc.

È, di sicuro, una delle disarmonie dolorose più comuni. Colpisce il 15% della popolazione ed è, nei casi più gravi, invalidante.
Alcuni ricercatori pensano che il dolore sia causato da un’irritazione delle terminazioni nervose dovuto a un'infiammazione dei vasi sanguigni cranici, mentre altri affermano che la vasodilatazione dei vasi sanguigni sia una conseguenza di un’alterazione nervosa.
Le cause che portano a questo disturbo sono varie:

  • problemi digestivi
  • disfunzioni ormonali e vascolari
  • stress
  • abuso di farmaci
  • cervicalgia
  • depressione
  • ansia ecc.

Numerose Piante possono aiutarci a lenire i sintomi causati da questa disarmonia.
I rimedi fito-gemmoterapici più utilizzati sono:

  • Aconito: per le nevralgie facciali, agisce come forte anestetico sulle terminazioni nervose.
  • Agnocasto: per cefalea da ciclo mestruale
  • Artiglio del diavolo: per la cefalea da contrazione muscolare
  • Belladonna: per la cefalea da ciclo mestruale, vaso-motoria e pulsante
  • Brionia: per la nevralgia sovrorbitale
  • Celidonia: agisce sul muscolo liscio delle vie biliari e vascolari, utile nelle manifestazioni di tipo epatobiliare
  • Cimifuga: per la cefalea da ciclo mestruale e emicrania localizzata nella la regione occipitale.
  • Gelsemio: per le nevralgie facciali
  • Iperico: è antidolorifico ed anestetico
  • Melissa: per la cefalea da tensione
  • Nigella: ha azione antistaminica e vasoregolatrice
  • Olivo: per la cefalea da ipertensione
  • Passiflora: è sedativa, antispastica
  • Primula: ha proprietà antispasmodiche e analgesiche
  • Ribes nero: stimola la secrezione di ormoni antinfiammatori
  • Rosa Canina: per l'emicrania e cefalee resistenti. Agisce sulla tiramina, aminoacido la cui liberazione è la causa di alcune emicranie soprattutto quelle di origine alimentare
  • Rovo: per la cefalea da ciclo mestruale
  • Salice:sostituto naturale dell'aspirina
  • Sanguinaria: per le cefalee vaso-motorie e cefalea fortissima con sensazione che scoppi la testa
  • Valeriana: è sedativa, analgesica e antispastica
  • Verbasco: per nevralgia sovrorbitale.

Nel mio percorso di ricerca ho potuto constatare che vi sono altre Piante che possono essere utili per alleviare i dolori causati dal mal di testa e sono:

Emicrania con o senza aura:
Aglio, Agrifoglio, Alloro, Arancio, Bosso, Betulla, Cachi, Calendola, Canapa Acquatica, Cardo, Castagno, Cavolo, Cipresso, Edera, Frassino, Gelsomino, Ginestra, Glicine, Lavanda, Ortica Bianca, Pioppo, Prugnolo, Pungitopo, Rosmarino, Rosolaccio, Salvia, Salvia Gialla, Sanguinello, Sequoia, Sorbo, Tulipano, Trifoglio, Vite

Emicrania ormonale:
Achillea, Asparago, Biloba, Cedro Del Libano, Cetriolo, Ciclamino, Erba Pignola, Faggio, Fico, Edera, Fragola, Gelso, Ginestrina, Gramigna, Imperatoria, Mandorlo, Melanzana, Melograno, Ortica Bianca, Pino, Prezzemolo, Prugnolo e Prugno Quercia, Trifoglio

Emicrania a grappolo:
Aglio, Carciofo, Cavolo, Cedro Del Libano, Cetriolo, Cipresso, Erica, Larice, Luppolo, Mughetto, Noce, Peperoncino, Pungitopo, Sorbo, Tamaro

COME UTILIZZARE LE ENERGIE DELLE PIANTE

Scegliete le Piante con cui vi sentite in sintonia.
La posologia si diversifica in base all’età e alla gravità del disturbo. Per avere un risultato “veloce”, consiglio di utilizzare sia Olio che Elisir energizzati.

Uso interno
L’Elisir va assunto quotidianamente iniziando con 1 goccia e aumentando gradatamente. Se si dovesse manifestare un segnale di Eccesso energetico, interrompetene l’assunzione per due giorni ed in seguito diminuite le gocce o diluite l’Elisir.

Uso esterno
Se l’emicrania è ormonale energizzate una volta al giorno il Punto Chiave dei Meridiani: Vescica, Reni, Fegato, Cistifellea, Triplice Riscaldatore, Stomaco, Vaso Concezione.
Negli altri casi energizzate il Punto Chiave dei Meridiani: Vescica, Triplice Riscaldatore, Intestino Tenue, Stomaco, Vaso Governatore.
Se si dovesse verificare un Eccesso energetico, sospendete per due giorni i trattamenti ed in seguito applicate l’Olio, dopo averlo però diluito con olio normale
Con l’attenuarsi dei disturbi diminuite gradatamente le gocce di Elisir e distanziate le applicazioni sui Meridiani

Maggiori informazioni sull’utilizzo delle Energie le potete trovare sul libro: "IL CANTO DEGLI ALBERI - Manuale di Fitoterapia Energetica" ed. Eifis

TESTIMONIANZE

Eliana D. P. (anni 38)
Da parecchi anni soffrivo di frequenti emicranie, attacchi che mi colpivano 2-3 volte alla settimana. Riuscivo a sedarli solo con l’uso di farmaci. Una collega mi riferisce che una sua amica cerca volontari per sperimentare l’efficacia di Oli energizzati. Scettica, le dico che sono disposta a fare da “cavia”. Il miglioramento dei sintomi l’ho già nel primo mese di trattamento (con l’Elisir), si consolida con l’uso di Olio di Edera applicato sul 6° e 7° Chakra e, a distanza di 2 anni, il risultato permane. Anche mia mamma ha sperimentato queste energie. Da circa una settimana soffriva di forti spasmi ai reni. Cornelia mi consiglia di applicare l’Olio di Edera sul 2°, 3° Chakra e sulla zona dove la mamma percepiva il dolore, più volte nella giornata. Il giorno successivo il disturbo era sparito.

Simone C. (anni 20)
Da alcuni mesi, soffrivo di mal di testa quotidiani e, ciclicamente, dovevo cambiare gli antinfiammatori perché dopo un po’ non erano più efficaci. Una mia amica mi dice che sua zia stava sperimentando Oli e Elisir energizzati con le Piante e così mi sono offerto come cavia (ero un po’ scettico) sperando di ottenere dei risultati. Dopo circa 15 giorni il mal di testa era notevolmente migliorato per sparire completamente dopo altri 30 giorni. Ho terminato il trattamento da alcuni mesi e il risultato persiste.
Olio diluito 1/3 di: Lavanda, Edera, Pioppo, applicato sul 3° Chakra 2 volte al giorno per una settimana, poi 1 volta.
Elisir diluito 1/1 di: Edera, Frassino, Abete, Acero, da 4 a 16 gocce al giorno.

Paola
Buongiorno Cornelia, soffro di una forte cervicalgia dovuta ad un'ernia cervicale che mi procura un fortissimo mal di testa che parte dalla nuca e si irradia fino alla fronte. Quando si manifestano questi "attacchi", l'unico rimedio è una pastiglia a base di cortisone. Ieri, dopo un ennesimo attacco di cervicale, ho messo due gocce di olio energizzato di betulla sul meridiano della vescica (inizio sopracciglio destro e sinistro) e, dopo c.ca 10 minuti il dolore era scomparso!! È la prima volta che non uso farmaci. L'olio usato sui meridiani funziona perchè ne amplifica l'effetto.
Ciao Paola

Mariagrazia ( 49 anni)
Soffrivo da alcuni mesi di emicrania nella parte destra del cranio e nella zona posteriore fino alle prime cervicali.
Questo dolore era iniziato dopo che mi era stato diagnosticato la presenza di una grossa ciste di natura benigna all'interno del cervello.
Da allora ho vissuto nella paura che mi potesse succedere qualcosa di grave e che dovessi ricorrere ad una operazione.
Questa folle paura mi stava causando moltissimi problemi e un grosso squilibrio sia a livello fisico che psichico.
Dopo aver parlato con la mia amica Francesca che da anni segue il metodo di Cornelia ed ha una sensibilità speciale per le piante, ho sperimentato l'Elisir di Edera e Pioppo.
Ho iniziato ad assumere le gocce fino ad arrivare ad un numero di 15 . Sentivo che l'Elisir stava funzionando: mi sentivo meglio fisicamente e psicologicamente ma il dolore alla testa persisteva. Allora ho provato a diminuire la dose e da 15 gocce sono di nuovo scesa a 10. Nel giro di 1 settimana l'emicrania e' sparita e .....dulcis in fundo ........... anche la paura mi ha lasciato.

Marco (anni 11)
Marco è nato la 37° settimana con taglio cesareo per un mio problema di gestosi.
In seguito a ripetuti disturbi viene ricoverato al Civile di Brescia all’età di quattro mesi e la diagnosi è: crisi toniche isolate, curate con …… sciroppo da assumere 3 volte al giorno. Viene poi visitato dal Prof. …… (ospedale Policlinico di Verona) specializzato in neuropsichiatria infantile, che esclude crisi epilettiche, sostenendo che Marco soffre di una patologia che sta tra la vertigine parossistica benigna e il torcicollo parossistico e le cui manifestazioni sarebbero poi sparite all’età approssimativa di diciotto mesi e così è stato. Secondo lui, però, avrebbe sofferto in seguito di frequenti mal di testa e al bisogno consigliava cicli di ….. Avendo Marco emicranie abbastanza ravvicinate decido di provare ad utilizzare le Energie delle Piante per alleggerirlo dai farmaci. I risultati sono stati più che soddisfacenti, infatti già dopo pochi mesi non ho dovuto più ricorrere ai farmaci. Ho utilizzato diverse Piante ma da alcuni anni Marco assume solo due gocce di Elisir di Acero al giorno per periodi di dieci giorni si e dieci giorni no. Se aumento le gocce a Marco compare il mal di testa.

Mariapia (anni 45)
Da circa venti anni soffrivo di ricorrenti e intensi mal di testa (ogni 3-4 giorni). Ho utilizzato molti farmaci con scarsi risultati, perciò quando mia figlia mi ha proposto di utilizzare delle gocce energizzate con le piante che lei aveva preparato, anche se scettica, ho deciso di tentare. Ho iniziato ad assumere una goccia al giorno di elisir di edera, pioppo e sanguinello aumentando poi di una goccia ogni due giorni. Quando sono arrivata a tre gocce, ho avuto un po’ di tachicardia e il mal di testa è aumentato. Questo mi ha fatto capire che dovevo ritornare a una goccia (che ora diluisco in un bicchiere d’acqua). Già dopo una settimana ho avuto una netta diminuzione del dolore e il risultato permane nel tempo.

Indirizzi web per approfondire l’argomento:
Mal di testa
Cefalea
Emicrania

Avvertenze: L’utilizzo delle Energie delle Piante e delle tecniche è a totale responsabilità del lettore e le informazioni contenute nel blog non vogliono sostituirsi ai consigli o alle cure del vostro medico.